Me

Il caso sui capelli di Ronaldo

Potete continuare a prenderlo in giro senza sentirvi in colpa

Immagine di copertina

Ancora una volta il web è stato vittima di una bufala che ha avuto grande risalto: Cristiano Ronaldo non si è tagliato i capelli in segno di solidarietà.

Negli ultimi giorni infatti il gesto di Ronaldo è stato uno degli eventi più chiacchierati su Twitter.
Un’appariscente rasatura laterale a forma di un fulmine ha scatenato l’ilarità del web provocando la diffusione degli ormai prevedibili fotomontaggi.
In tutta risposta un account fake della Coppa del Mondo, tale @2014WorldCup, aveva postato un estratto dal blog “For the Win” di “USA Today” dove si faceva riferimento all’operazione subita all’età di soli 10 mesi da Erik Ortiz Cruz, di cui avrebbe dovuto ricordare la cicatrice. Immediatamente i fan di Ronaldo hanno ritwittato la notizia, dandole grandissima eco.

Ma quanto c’è di vero? Come sempre un veloce factchecking avrebbe evitato una gaffe clamorosa a molte autorevoli testate giornalistiche: Ronaldo ha donato 83 mila dollari per finanziare l’operazione del bambino, ma la notizia di “USA Today” risale al 12 Marzo 2014.

Lo stesso blog “For the Win” ha in seguito scherzato sul taglio di capelli di Ronaldo in occasione della partita e difficilmente lo avrebbe fatto se fosse stato per una buona causa.

Ronaldo va quindi giustamente encomiato per la donazione, ma può essere preso tranquillamente in giro per il suo particolare taglio di capelli senza bisogno di sentirsi troppo in colpa.