Me

La distribuzione della ricchezza

La disuguaglianza economica negli Stati Uniti, spiegata in soldoni

Immagine di copertina

La realtà supera la fantasia. Un professore di economia di Harvard ha domandato a più di 5.000 americani in che modo pensano sia distribuita la ricchezza nel Paese. Dalle risposte è emersa la convinzione che negli Stati Uniti vi sia una diffusa disuguaglianza.

Ma la situazione reale del Paese è perfino peggiore di come gli intervistati la immaginano. Dividendo gli Stati Uniti in cinque classi (poveri, tre gruppi intermedi e ricchi), ognuna pari al 20 per cento della popolazione, scopriamo che l’1 per cento dei benestanti possiede da solo il 40 per cento della ricchezza dell’intera nazione.

I più poveri sono sotto la soglia minima di sussistenza e la classe media quasi non si distingue da quelle più basse. La situazione è peggiorata negli ultimi 20-30 anni: è evidente che la forbice tra ricchi e poveri si sta allargando. E non può essere altrimenti se, come riflette il video, il dipendente medio di un’azienda deve lavorare per oltre un mese per ottenere quello che un amministratore medio guadagna in un’ora.