Me

Morsi torna in aula

Rimandata la seconda udienza davanti al tribunale del Cairo per l'ex presidente dell'Egitto

Immagine di copertina

Per il deposto Mohammed Morsi oggi sarebbe dovuta esserci la seconda apparizione davanti al tribunale del Cairo.

L’ex presidente dell’Egitto era atteso questa mattina per un’altra udienza del processo che lo vede coinvolto insieme ad altri quattordici Fratelli Musulmani. L’accusa è quella di aver incitato l’uccisione di alcuni manifestanti di fronte al palazzo presidenziale nel dicembre 2012.

Le forze di sicurezza egiziane erano in massima allerta per l’arrivo di Morsi, ma l’elicottero che trasportava il presidente da Alessandra al Cairo non è potuto atterrare nel luogo concordato, dirottato a Cipro per la nebbia.

Durante la sua permanenza in un carcere vicino Alessandria, Mohammed Morsi ha fatto sapere di sentirsi ancora presidente dell’Egitto e di non riconoscere la legittimità del tribunale.

Secondo i suoi sostenitori e altri leader dei Fratelli Musulmani, Morsi è vittima di una persecuzione politica.