Me

Ucraina in rivolta

Dopo l'aggressione alla giornalista Tetyana Chornovil, i manifestanti chiedono le dimissioni del ministro dell'Interno

Immagine di copertina

I manifestanti ucraini chiedono le dimissioni del ministro dell’interno dopo l’aggressione alla giornalista Tetyana Chornovi, conosciuta per aver indagato sulle stranezze dell’elite politica al governo.

Nella notte di giovedì, Chornovi è stata inseguita e picchiata. Le immagini dell’aggressione si sono rapidamente diffuse, arrivando al popolo ucraino in rivolta. In centinaia hanno promosso una marcia contro il Ministero degli Interni nella capitale Kiev.

Il ministro degli interni Vitaly Zakharchenko era da tempo bersaglio della rabbia dell’opposizione soprattutto dopo le repressioni sui manifestanti che erano avvenute a novembre.

Chornovil è stata attaccata dopo aver pubblicato online una foto della casa di Zakharchenko, sottolineando l’opulenza della classe politica raggiunta sotto la presidenza di Viktor Yanukovich.

L’attacco alla giornalista dell’opposizione ha dato nuova forza alle proteste in tutto il paese, dove da un mese i cittadini manifestano contro la decisione del governo di ritirarsi dalla trattativa con l’Unione Europea.