Me

Basta intercettazioni

Germania e Francia hanno chiesto che gli Stati Uniti firmino un accordo antispionaggio entro la fine dell'anno

Immagine di copertina

L’Europa critica lo spionaggio della NSA e chiede un accordo agli Stati Uniti per fermare le attività dell’agenzia americana. I governi di Parigi e Berlino cercano un’intesa con il governo di Washington entro la fine dell’anno.

Ieri, la cancelliera tedesca Angela Merkel è arrivata a Bruxelles per il vertice europeo dopo la telefonata con cui ha fatto sapere a Barack Obama tutta l’irritazione per essere stata intercettata al cellulare dall’intelligence americana. Durante l’incontro, dominato dalle accuse contro la NSA americana, Merkel ha richiesto un intervento attivo del Presidente americano, ritenendo insufficienti le scuse.

Ora Francia e Germania tentano la strada della “comprensione reciproca” con gli Stati Uniti basata sulla cooperazione tra le rispettive agenzie di intelligence. I leader dei 28 Paesi Membri dell’UE, invitati a prendere parte all’accordo, hanno dichiarato il loro supporto.