Me

Australia arcobaleno

Un territorio australiano vota a favore dei matrimoni omosessuali. E' una sfida al governo federale

Immagine di copertina

L’Australian Capital Territory, un territorio dell’Australia direttamente dipendente dal governo federale ma dotato di una propria assemblea legislativa e di un governo locale, ha detto sì ai matrimoni tra persone dello stesso sesso.

La legge che legalizza i matrimoni omosessuali è stata approvata dalla maggioranza del Parlamento, guidato da laburisti e verdi. I liberali, invece, si sono espressi contrari. Le coppie omosessuali potranno sposarsi, all’interno del Territorio della Capitale Australiana, indipendentemente dallo stato in cui vivono.

Non è ancora detto, però, che la nuova legge sia compatibile con quella che disciplina il matrimonio a livello federale. Nel 2004, infatti, questa è stata modificata in modo da contemplare il matrimonio solo tra uomo e donna.

L’Australia, attualmente, non sembra essere pronta a legalizzare nazionalmente l’unione tra omosessuali. L’anno scorso, una legge di questo tipo è stata bocciata in entrambe le camere del Parlamento nazionale, e lo stesso primo ministro Tony Abbott si è dichiarato contrario.

Campagna regione lazio