Me

La Francia accusa Assad

L'intelligence francese ha prodotto un dossier che confermerebbe l'uso di agenti chimici da parte del governo siriano

Immagine di copertina

Bashar al-Assad è responsabile di un attacco chimico “massiccio e coordinato” che ha ucciso centinaia di siriani. A sostenerlo con certezza è un dossier prodotto dall’intelligence francese e pubblicato ieri sera dal governo di François Hollande. In base a quanto riportato dal documento, le forze leali al regime di Assad hanno utilizzato armi chimiche per colpire le zone controllate dai ribelli, con l’intento di “conquistare territori e provocare terrore”. L’uso di questi agenti chimici si è perpetrato per diversi mesi, ma è stato particolarmente intenso durante l’aprile 2013.

“La Siria ha una delle più importanti riserve operative di armi chimiche” recita il rapporto;  rappresenta pertanto “una delle minacce principali in terminiproliferazione delle armi di distruzione di massa.”

L’arsenale chimico del regime di Assad comprende, secondo i servizi segreti francesi, più di mille tonnellate di agenti chimici, tra cui l’iprite e il sarin.

Campagna regione lazio