Me

Il mondo questa settimana

Uno sguardo agli eventi più importanti degli ultimi sette giorni.

Immagine di copertina

In Italia, un pullman è precipitato da un viadotto, causando almeno 38 morti e 10 feriti.L’incidente è avvenuto sulla A16 Napoli-Canosa, nella zona di Monteforte Irpino (AV). La Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 4 anni di reclusione per l’ex premier italiano Silvio Berlusconi, rinviando però in appello la definizione dell’interdizione dai pubblici uffici [Leggi l’articolo e le reazioni della stampa estera]. Il premier spagnolo Mariano Rajoy ha tenuto un discorso al Senato in merito al suo coinvolgimento nello scandalo per corruzione del suo partito, affermando di aver sbagliato a fidarsi dell’ex tesoriere Bárcenas e che le insinuazioni sulla sua colpevolezza erodono l’immagine del Paese [Leggi l’articolo]. È stato arrestato in Francia il dissidente kazaco Mukhtar Ablyazov, dopo settimane di polemica sull’espulsione dall’Italia della moglie e della figlia [Leggi l’articolo]. La Russia ha concesso l’asilo temporaneo a Edward Snowden, la “talpa del Datagate”, suscitando l’immediata reazione degli Stati Uniti [Leggi l’articolo].

Lo studente Daniel Chong ha ricevuto dal governo americano un indennizzo di circa 4 milioni di dollari per essere stato  “dimenticato” nella cella di un carcere per 4 giorni, dopo essere stato fermato in un raid antidroga. ricevendo un indennizzo di 4 milioni di dollari [Leggi l’articolo]. Durante il volo di rientro dal Brasile, papa Francesco ha confermato la posizione della Chiesa cattolica secondo la quale gli atti omosessuali costituiscono peccato, ma ha lasciato intendere che non sia peccato di per sè l’orientamento sessuale gay [Leggi l’articolo]. In Uruguay, la Camera bassa del parlamento ha approvato il disegno di legge sulla legalizzazione della marijuana. In caso di voto favorevole della Camera alta, l’Uruguay diventerebbe il primo Paese a porre sotto il controllo statale produzione, distribuzione e vendita della cannabis [Leggi l’articolo

L’opposizione della Cambogia ha rifiutato di riconoscere l’esito delle elezioni parlamentari, vinte dal partito già dominante nel Paese, lanciando accuse di brogli e irregolarità [Leggi l’articolo]. In India, il Partito del Congresso ha annunciato la creazione dello stato di Telangana, il 29esimo del Paese. Una rissa è esplosa nel parlamento taiwanese prima del voto che avrebbe determinato l’istituzione di un referendum sul completamento di un impianto nucleare [Leggi l’articolo].

Sono ripresi a Washington i colloqui di pace tra Israele e Palestina. Secondo il segretario di Stato americano John Kerry, i rappresentanti diplomatici dei due Paesi raggiungeranno un accordo entro nove mesi al massimo [Leggi l’articolo]. Il gesuita italiano padre Paolo Dall’Oglio è stato sequestrato a Raqqa, in Siria [Leggi l’articolo e il commento].  Nel frattempo, una devastante esplosione ha colpito un deposito di armi nella città di Homs, uccidendo 40 persone e ferendone oltre 160 [Guarda il video]. Mali e Zimbabwe si sono recati alle urne, senza disordini o episodi di violenza rilevanti. I risultati delle consultazioni elettorali devono ancora essere formalizzati. 

 

Campagna regione lazio