Me

Guerra di Corea, 60 anni dopo

A Pyongyang il regime di Kim Jong-un celebra i 60 anni dalla fine del conflitto

Immagine di copertina

Lo scorso 27 Luglio in Corea del Nord si è svolta la cerimonia di apertura del festival “Arirang” che coinvolge migliaia di persone tra ginnasti, ballerini e comparse attentamente coordinate in coreografie di massa per festeggiare la vittoria contro l’egemonia imperialista americana nella guerra di Corea.

L’evento si è svolto all’interno del Rungrado May Day Stadium di Pyongyang, struttura che può ospitare fino a 150 mila persone. Tra gli spettatori, oltre al giovane leader Kim Jong-un, è stato avvistato dalle telecamere anche l’ex-ministro per lo Sviluppo Economico Paolo Romani, che assieme all’on. Razzi si trova al momento in Corea del Nord per conto del Parlamento italiano.

L’anniversario dell’armistizio è stato celebrato anche negli Stati Uniti. A Washington Obama ha partecipato a una cerimonia davanti al memoriale per i veterani della guerra di Corea.

“Oggi possiamo dire con confidenza che la guerra non è terminata con un pareggio bensì con una vittoria” ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, ricordando come in Corea del Sud 50 milioni di persone vivano in una democrazia ‘vibrante’ grazie all’intervento statunitense di 60 anni fa.