Me

Armi gratis contro la criminalità

Un'associazione noprofit pro-armi di Houston offre fucili gratis per diminuire l'alto tasso di criminalità delle città americane

Immagine di copertina

Si chiama The Armed Citizens Project (ACP), letteralmente il progetto per i cittadini armati, l’associazione texana noprofit che ha deciso di offrire gratuitamente dei fucili semiautomatici a qualsiasi famiglia ne facesse richiesta. Lo scopo è quello di combattere, anche con la sola detterenza, la criminalità in aumento in lungo e in largo negli States. Il progetto è quello di concentrarsi, in futuro, su 15 città ad alto tasso di criminalità, con l’obiettivo di armare almeno 1 vicino ogni 4 nei quartieri più a rischio. 

L’associazione è appena nata ed è ancora poco conosciuta. Ma almeno quattro famiglie a Houston, città dove l’ACP ha sede, hanno già ricevuto il loro fucile (l’AR-15 semiautomatico — che in origine era stato pensato per le forze armate, che ancora usano in versione automatica). Famiglie che, nella logica dell’associazione, ora possono dirsi più che sicure. 

Kyle Copen, studente all’Università di Houston e fondatore dell’associazione, ne è certo: «La nostra convinzione è che nessun criminale voglia venire a morire nel vialetto di casa di qualcuno. La società deve combattere il crimine con la detterenza, spaventandolo. Ora offriamo ai cittadini gli strumenti con cui creare questa detterrenza e difendere la loro vita, la loro libertà e la loro proprietà». Copen tiene a puntualizzare un’altra cosa: prima di assegnare un fucile «facciamo dei controlli» sui possibili fruitori e «li addestriamo all’utilizzo». 

Grazie ai primi fucili consegnati il gruppo sta iniziando a far parlare di sè e ora le lobby delle armi stanno pensando a come sfruttare questa campagna e portarla da scala locale a scala globale. Copen e la sua ACP, infatti, saranno invitati a parlare fra poche settimane alla convention della NRA, la National Rifle Association, la lobby pro-armi più grande e ricca d’America. Qui proporrano a tutti la loro idea e lancieranno l’idea di portarla in una grande città dove la criminalità è diventata una vera e propria piaga: Chicago. Dopo aver consegnato le armi gratis si potranno studiare periodicamente le statistiche e vedere se la criminalità sarà scesa o salita. 

Le critiche piovono a dirotto, ma nell’America del secondo emendamento, fanno molto meno rumore dei sostenitori. «L’ho già detto molte volte ma lo continuerò a ripetere: la risposta alla criminalità e alle armi non è aumentare il numero di armi, ma più controlli e più restrizioni» ha commentato la notizia il sopraintendente della polizia di Chicago. 

Ma se il progetto verrà sostenuto dai soci del NRA potrebbe prendere realmente il via in molte città. Il risultato non solo sarà un’America ancora più armata, ma anche un deciso rafforzamento delle tesi pro-armi e contro qualsiasi legge di controllo.

Lo scorso mese, proprio qui su TPI, abbiamo raccontato come una sudatissima legge bipartisan sulle armi –preparata per 4 lunghi mesi dopo il massacro della scuola di Sandy Hook– sia stata affossata in Congresso dai reppublicani che da un giorno all’altro hanno cambiato idea. Obama aveva giurato vendetta, ma più il tempo passa più, grazie o per colpa anche delle iniziative come quella del Armed Citizen, più le possibilità di cambiare il mondo americano delle armi si riducono. 

iMerica è un sito che racconta il meglio (e il peggio) degli Stati Uniti. [E ha appena compiuto un anno!]
Sito: www.imerica.it
Facebook: iMerica – Cronache sugli USA
Twitter: @iMerica_it