Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Nuove tendenze al Maka’an Theater

Poesia, musica, danza e cultura, in un mix d'avanguardia

Immagine di copertina

C’è un posto a Khartum, dove il giovedì sera si fa sempre frizzante.

E’ il Maka’an Theater, al centro della città, noto circolo culturale che, in collaborazione con il British Council, promuove le opere poetiche e teatrali emergenti, le giovani band e i rappers sudanesi, nell’ambito di un progetto più ampio di sviluppo e integrazione dei giovani sudanesi.

Arte, storia e cultura abbracciano gli spettatori in una atmosfera multiculturale, sospesa tra rispetto delle tradizioni arabe e confronto con quelle del resto del mondo: eventi in lingua inglese e in lingua araba si alternano in più locali della città.

Secondo le intenzioni dei fondatori, il Makaan dovrebbe stimolare la creazione di un centro permanente di promozione della cultura sudanese e di dibattito costruttivo che, attraverso le arti e la storia, permetta di porre l’accento su aspetti della società altrimenti destinati a ricevere scarse attenzioni sia a livello locale sia in ambito internazionale.

Per questo, il centro culturale ricerca e si avvale della collaborazione di ambasciate, fondazioni, organizzazioni ed enti legati alle istituzioni e al mondo del no-profit.

Il vero protagonista, però, rimane l’estro creativo dei giovani sudanesi della capitale, i più benestanti certo, ma non solo.

Anche quest’anno, gli organizzatori hanno lanciato, infatti, una campagna di recruiting tra giovani musicisti, danzatori, scrittori, ma anche comici e rapper per serate all’insegna del divertimento e del dialogo. Un ottimo modo per cercare di unire un Paese diviso.