Me

Eroe ambientale per i Rifiuti Zero

Rossano Ercolini premiato con il Goldman

Un autista di scuola bus ha in mano la nazione più di un Ministro, un Papa o un Autorità” prendo in prestito questa frase dalla canzone “Temporale” di Jovanotti per parlare di Rossano Ercolini, un maestro di scuola elementare a cui quest’anno è stato assegnato il premio Goldman istituito nel ’89 a San Francisco per premiare gli “eroi ambientali” che troppo spesso rimangono sconosciuti. L’intento del premio è quello di diffondere e far germogliare il seme dell’interesse verso i temi ambientali così che sempre più persone possano concorrere al premio perché sempre più idee contribuiscono a migliorare l’ambiente e a salvaguardarlo.

Rossano Ercolini, vincitore del premio Goldman 2013 si è opposto all’inceneritore di Capannori (siamo in Toscana) come in una moderna versione di Davide contro Golia. Come educatore il suo percorso è iniziato proprio dalla scuola dove i ragazzi hanno cominciato a differenziare carta, plastica e vetro. Ha informato sui pericoli per la salute degli inceneritori. Ma ha anche portato una soluzione conveniente sotto più punti di vista: sociale, economico. I Rifiuti Zero o Zero Waste.

Una strategia che riesce perfettamente a San Francisco. La chiave di tutti sta in un principio molto semplice. Non dobbiamo solo differenziare e smaltire, quindi ridurre i rifiuti a valle del processo, dobbiamo ridurre i rifiuti a monte. Tagliare fortemente il packaging, utilizzare materiali che siano biocompatibili, incrementare il vuoto a rendere e i prodotti venduti sfusi. Sono piccolissimi passi in questa direzione.

Nel 2020 San Francisco non manderà più nulla in discarica. Capannori è all’89% di raccolta differenziata nel 2012. Non è impossibile avere immondizia zero.