Me

Come si vive in Siria

A due anni dall'inizio del conflitto. Le foto più significative

Immagine di copertina

Il 15 marzo 2011 le prime dimostrazioni pubbliche della popolazione siriana davano inizio alle proteste contro il governo di Damasco; nonostante l’intensificazione della lotta per la repressione del braccio armato de ribelli Free Syrian Army da parte del presidente siriano b.al-hassad, gli effetti risolutivi non sembrano essere vicini.

Nella notte tra il 4 e il 5 aprile quattro giornalisti italiani sono stati sequestrati nel nord della Siria; secondo le fonti i quattro sarebbero solo in stato di fermo.

CHI SONO – Si tratta di Amedeo Ricucci (giornalista inviato della Rai, si occupa di programmi di approfondimento come Mixer, Professione Reporter e La Storia siamo noi), il fotografo Elio Colavolpe, il documentarista Andrea Vignali e Susan Dabbous, una giornalista italo-siriana collaboratrice di diverse testate e di The Post Internazionale

Insieme, i 4 formano una troupe al lavoro da qualche giorno in Siria per il reportage ‘Silenzio si muore’, per conto del programma Rai ‘La Storia siamo noi’.