Me

Non è facile essere Kate Middleton

La duchessa di Cambridge tra onori e oneri

Immagine di copertina

Una vita quasi in discesa per Kate Middleton? Probabilmente si, perché la sua è una storia che si avvera solo nell’ultima riga delle favole, dove il principe azzurro dopo aver sconfitto streghe, mostri e matrigne cattive finalmente sposa la sua “principessa” vivendo per sempre felici e contenti.

Dunque, questa è la regola: se nasci commoner, in una famiglia della media borghesia britannica a Reading, città nella contea del Berkshire, Buckingham Palace lo studi solo sui libri di storia e il principe William, un giorno, sarà il tuo sovrano.

Ma Kate è l’eccezione, lei sarà la donna al fianco di quel futuro sovrano, quindi la regina consorte.

Anni – talmente tanti che per la stampa diventò Waitie Katie – passati in attesa di un anello che sembrava non arrivare mai, a sopportare in silenzio i tradimenti di lui, tra sorrisi di circostanza e i saggi consigli di mamma Carole a studiare ogni mossa, perché nessun errore era permesso. Scacco matto: il 16 novembre 2010 arriva l’annuncio del fidanzamento ufficiale di William e Catherine da St. James Palace.

Kate ce l’ha fatta! Adesso è il tempo degli onori: la regina, la stampa, la moda e i sudditi tutti stravedono per lei.

Il giorno del suo matrimonio incanta anche gli ultimi scettici rimasti, è il trionfo.

Ma a distanza di quasi due anni da quel 29 aprile ne sarà valsa veramente la pena sposare l’erede al trono del Regno Unito entrando in una vita fatta di obblighi e doveri?

Quante lezioni di etichetta da imparare, quanti impegni ufficiali, viaggi di stato in cui mostrarsi sempre impeccabile, parole di circostanza da scambiare con ministri e diplomatici ma anche sapersi mostrare affettuose e mantenere rigorosamente quell’aplomb regale con i sudditi. Ogni apparizione della duchessa di Cambridge è sottoposta minuziosamente sotto la lente d’ingrandimento della stampa e risultano quasi sempre vincenti. Ma l’errore, la gaffe e lo scivolone sono sempre lì in agguato, quindi l’attenzione è massima perché ormai Kate è troppo perfetta per poter sbagliare.

Cosa dire delle foto dello scandalo in cui la duchessa appare in topless pubblicate in esclusiva mondiale dal settimanale francese Closer lo scorso settembre? Per la Casa Reale britannica è stato un atto di lesa maestà, vendicato con cause denunce e terminato trionfalmente con il ritiro del giornale. Il seno di Kate ha fatto parlare il mondo, non deve succedere.

E ancora la notizia della gravidanza di Kate, diffusa in seguito al suo ricovero al King Edward VII Hospital, è stata oscurata dal suicidio dell’infermiera dopo aver subito uno scherzo telefonico da una finta regina Elisabetta e un finto principe Carlo che si informavano sulle condizioni di salute della futura mamma. Dimessa dall’ospedale e tornata in forma, la duchessa ha ripreso il suo tour de force di impegni per continuare a far brillare la sua stella e quella del marito, sempre al suo fianco.

Qualche settimana fa la coppia ha partecipato a una parata militare, con tanto di imprevisto, per la festa di San Patrizio. Il tacco di Kate infatti si è incastrato in una grata, reggendosi al suo principe e sotto lo sguardo di due ufficiali, con l’eleganza che la contraddistingue si è abbassata per liberare la scarpa. Tutti questi uomini di nessun aiuto…e pensare che Cenerentola ha costruito la sua fortuna con una scarpetta!