Me
Venezia e gli “inchini”
Condividi su:

Venezia e gli “inchini”

Varata la Costa Fascinosa

25 Mar. 2013

Nitido è per tutti il ricordo di quella città galleggiante arenata davanti all’isola del Giglio più di un anno fa con il suo carico di morte e distruzione. All’indomani dell’incidente fra le mille polemiche si parlò anche degli “inchini” questa pratica di mare che consiste nell’avvicinamento alle coste per salutare gli abitanti e fornire uno spettacolo ai naviganti.

In tempi brevi arrivò un provvedimento che vieta gli inchini (una legge in merito c’era già) in aree “sensibili“.

Venezia però è un caso un po’ diverso e quindi ci sono navi che si avvicinano spaventosamente alla terraferma solcando quasi le strade e toccando i palazzi (come nel video). Anche per questo al varo della Costa Fascinosa, la nuova nave da crociera Costa, un gruppo di attivisti del Comitato “No Grandi Navi” ha manifestato con uno striscione.

Sarebbe forse il caso di vietare anche in Laguna questi passaggi, superare questo cavillo normativo per non esporre persone e ambiente ad inutili rischi a beneficio di motivi economici. 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus