Me

Piangi Roma

"I volti, le pietre, la città": Fotografie dalla decadenza al museo in Trastevere

Immagine di copertina

Negli ultimi anni il pubblico romano ha dimostrato di sapere apprezzare la buona fotografia internazionale. Ma è altrettanto importante riconoscere il pregio dell’esperienza italiana (privata di recente della figura del fotografo Gabriele Basilico). “I volti, le pietre, la città” è la mostra che al Museo di Roma in Trastevere esporrà fino al 5 maggio oltre 100 fotografie di Mario Carbone ed Emilio Gentilini. Niente baci alla Doisneau, niente scatti di moda in bianco e nero. Protagonista è la quotidianità in mutamento del volto urbano di Roma, dagli anni ’50 (quelli che hanno fatto innamorare Fellini) agli anni ’90. La maschera della città eterna e la ferita della sua decadenza malinconica al termine del secondo conflitto mondiale, possono solo commuovere. La decadenza di oggi, invece, pesa come un macigno su qualsiasi poesia. Soprattutto se italiana.