Me

“Donne, fatevi avanti”

Sheryl Sandberg, direttrice operativa di Facebook, invita le donne a farsi valere per fare carriera e raggiungere posizioni di potere

Immagine di copertina

Donne fatevi avanti

Sheryl Sandberg, ex capo di gabinetto al Tesoro americano a nemmeno 30 anni e attuale direttrice operativa di Facebook, si fa portavoce di un manifesto che sprona le donne a farsi avanti nel loro settore lavorativo e affermare le loro prospettive di carriera.

Il suo libro uscirà il prossimo 11 marzo e si intitola ‘Lean In’, ‘Fatevi avanti’. Una vera e propria chiamata alle armi per l’affermazione femminile nel mondo del lavoro, sostenuta da ricerche, dati e aneddoti dall’esperienza di una delle più quotate dirigenti della Silicon Valley.

Secondo dati rilasciati da Forbes, nel 2012 oltre il 40 per cento delle aziende americane non aveva componenti femminili all’interno dei consigli di amministrazione, mentre solo il 5 per cento delle start up era posseduto da donne.

Oltre al libro la Sandberg ha voluto lanciare un sito web che permetta di avviare un dibattito per dare un sostegno alle donne che vogliano raggiungere i loro obiettivi e le loro ambizioni. Sono in progetto anche dei veri e propri circoli ‘Lean In’, che si riuniranno mensilmente.

“Credo che il mondo sarebbe un posto migliore se la metà delle istituzioni esistenti fosse guidata da donne e la metà delle nostre faccende domestiche fosse gestita da uomini” ha detto la dirigente di Facebook alla giornalista Kara Swisher.

Ma molte voci criticano il suo messaggio, poiché la Sandberg attribuisce la mancanza di donne nelle alte sfere del potere a un deficit di ambizione e a troppe insicurezze che caratterizzano il mondo femminile, come la convinzione che sia impossibile conciliare carriera e maternità, o il senso di colpa nei confronti dei figli.

Secondo i suoi critici i consigli della manager sono difficilmente spendibili per donne con basso reddito, dipendenti pubbliche e ragazze madri, ovvero la maggioranza della forza lavoro femminile nel mondo.

Qui il video della sua conferenza Ted del 2010.