Come una notizia falsa su Manchester è collegata all’incendio di un bar in Lombardia
Condividi su:

Come una notizia falsa su Manchester è collegata all’incendio di un bar in Lombardia

Un locale in provincia di Milano è stato incendiato dopo che era si diffusa la voce, rilanciata da un programma tv, che alcuni clienti avevano festeggiato per l'attentato

26 Mag. 2017  

Nel comune di Pioltello, alla periferia di Milano, la notte tra il 24 e il 25 maggio qualcuno ha dato fuoco con del liquido infiammabile alla saracinesca del Marrakech Lounge bar.

Secondo quanto riportato dalla stampa locale, il gesto è stato compiuto in conseguenza di una notizia priva di riscontri diffusa da un programma televisivo nazionale, secondo la quale presso il bar in questione alcuni stranieri avrebbero festeggiato la strage di Manchester del 22 maggio, costata la vita a 22 persone.

La notizia dei presunti festeggiamenti è stata smentita dai proprietari, che hanno detto che il bar trasmette solo musica e la televisione non è mai sintonizzata su canali di notizie.

“A Seggiano (il quartiere di Pioltello dove si trova il bar, ndr) convivono tante etnie e religioni diverse: se qualcuno avesse davvero esultato per la strage, gli altri stranieri gli sarebbero saltati addosso”, hanno detto.

Ma anche le forze dell’ordine e la sindaca del comune, Ivonne Cosciotti, sono intervenuti per dire che la notizia era falsa. Addirittura, secondo i carabinieri, l’orario in cui è stato segnalato il presunto festeggiamento sarebbe stato antecedente rispetto all’ora dell’attentato.

Ma com’è nata e come si è diffusa questa notizia?

Tutto è cominciato quando qualcuno ha raccontato in un programma televisivo locale di aver sentito alcuni cittadini stranieri esultare in un bar di Seggiano di fronte alle immagini della strage di Manchester. A Pioltello quasi il 25 per cento degli abitanti sono stranieri e la notizia si è diffusa velocemente.

Pur essendo priva di qualunque altro riscontro, è stata ripresa da alcuni account sui social network (inclusi quelli di politici locali) e da un inviato del programma televisivo Mattino Cinque di Canale Cinque mercoledì 24 maggio.

Lo stesso giorno, un gruppo di cittadini di fede musulmana ha organizzato un flash mob in città per respingere accuse e strumentalizzazioni. La notte successiva c’è stato il tentativo di incendio, che ha provocato per fortuna solo pochi danni.

Intanto, dall’account Twitter della trasmissione televisiva non è ancora arrivata nessuna rettifica e la notizia è ancora riportata in questo tweet.

Qui sotto il video con la conferenza stampa della sindaca di Pioltello giovedì 25 maggio sull’argomento: